Test genetici e nutrizione

Nutrigenetica (scienza che studia i rapporti tra il patrimonio genetico, il genoma e la variabilità interindividuale agli alimenti) e Nutrigenomica (disciplina che studia le correlazioni tra gli alimenti e le modifiche del DNA) : 2 termini ancora non troppo chiari alla maggioranza della popolazione.
Questi argomenti rappresentano l’innovazione e la prevenzione attraverso la conoscenza del nostro DNA. Presso Centro DALIA “Consulenza Nutrizionale e Psicofisica”.

Legionella e polmonite

Dati i recenti tristi casi di infezioni e decessi, a causa della polmonite nel bresciano e Lombardia in generale, ricordiamo che la legionella può essere uno dei batteri responsabili di tale malattia. Infatti, ben 17 casi (di cui un decesso) di polmonite sono imputabili alla legionella con certezza.
Entro l’anno, verranno varate delle delibere regionali che renderanno cogenti, con adeguate multe per chi non si adeguerà, le linee guida dell’istituto superiore di sanità per la prevenzione della legionellosi.
In questo modo le sanificazioni degli ambienti aeraulici dovranno essere fatte realmente, e la macchina dei controlli potrà agire in maniera incisiva.

Ricordiamo che lo Studio Centro DALIA offre la compilazione di piani di autocontrollo per HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) e per Legionella, tramite la stesura di un DVR biologico (documento valutazione rischi).
Centro DALIA affianca la struttura per determinare il livello di rischio e stilare un piano di autocontrollo per Legionella al fine di garantire che i valori di contaminazione degli impianti aeraulici e idrici siano sotto controllo, e di conseguenza contenere il rischio contaminazione per il personale e per gli ospiti della struttura ed evitare così la probabile sospensione, la cattiva pubblicità o la chiusura dell’attività dell’azienda da parte della ASL di competenza.
Il Centro DALIA si rivolge alle seguenti attività:

Hotel e alberghi

Piscine e palestre

Centri benessere e SPA

Società sportive di dilettanti e professionisti

Bar
 Ristoranti 
Fornai, pasticcerie e gelaterie

Aziende alimentari

Case di Riposo

Case di Cura

Ospedali 

Studi dentistici

Uffici con condizionamento

Aziende di produzione che hanno spogliatoi

Strutture che utilizzano acque in generale (es: autolavaggi, cave di marmo, ecc.)

Amministratori di condomini e complessi

Aziende con torri di raffreddamento

Giardinieri e aziende di manutenzione impianti idrici e fontane

Vi rimandiamo al nostro sito internet per ulteriori informazioni
http://www.centrodalia.it/contenuti/legionella_e_HACCP.html

OPEN DAY

VI ASPETTIAMO SABATO 3 DICEMBRE 2016 DALLE 09:00 ALLE 20:00

LE ATTIVITA’ SARANNO A TITOLO GRATUITO MA CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

DALLE O9:00 ALLE 11:00 “SCOPRI DI COSA È FATTO IL TUO CORPO”
La Dott.ssa Fabiana Ruffoni, nutrizionista e la Dott.ssa Simona Ventura, dietista, ti aspettano per eseguire la BIA (valutazione composizione corporea) e calcolare il BMI (indice di massa corporea), dandoti indicazioni sul tuo peso e su un’alimentazione corretta. Durata: 15 minuti a persona.
DALLE 10:00 ALLE 11:00 “YOGHIAMO INSIEME”
Marta Restuccia, insegnante di yoga mamma e bambino e massaggio infantile è a disposizione per informazioni dettagliate e chiarimenti sui corsi che esegue presso lo studio.
DALLE 11:00 ALLE 12:00 “VALUTAZIONE FISIOTERAPICA”
La Dott.ssa Maica Bove, fisioterapista, tiene colloqui di valutazione per eventuali terapie inerenti a problemi articolari, lombalgie e cervicalgie, alterazioni posturali, ecc. Fai un check up gratuito! Durata: 15 minuti a persona.
DALLE 12:00 ALLE 13:30 “YOGA CON SABRINA”
Sabrina Protano, insegnante di yoga, propone due brevi lezioni (con massimo 5 partecipanti ognuna) così suddivise: 1º gruppo dalle 12:00 alle 12:40 e 2º gruppo dalle 12:50 alle 13:30. I tappetini sono già in sede, vestitevi comodi e…buona pratica!!!
DALLE 14:00 ALLE 15:00 “CONFLITTI ED EMOZIONI LEGATI AL RAPPORTO CON IL CIBO”
La Dott.ssa Marica Vignozzi, psicologa, propone un gruppo con massimo 10 partecipanti, dove poter ricercare insieme le cause e i fattori psicologici del rapporto (a volte critico) con l’alimentazione.
DALLE 15:00 ALLE 16:00 “BENEFICI E CRITICITA’ LEGATE ALL’ATTIVITA’ SPORTIVA”
La Dott.ssa Marica Vignozzi, psicologa, propone un secondo gruppo con massimo 10 partecipanti, per analizzare insieme il benessere psicofisico e gli eventuali ostacoli legati allo sport amatoriale o agonistico.
DALLE 15:45 ALLE 16:15 MASSAGGIO INFANTILE AIMI PER BIMBI DA 0 A 12 MESI: SCOPRI DI COSA SI TRATTA
La Dott.ssa Margherita Bergamini, ostetrica, dedica ai futuri e neo genitori uno spazio per presentare e far conoscere i benefici del massaggio infantile. Massimo 10 iscritti.
DALLE 16:30 ALLE 17:00 “L’OSTETRICA CON LE COPPIE”
La Dott.ssa Margherita Bergamini, ostetrica, presenta il suo programma di accompagnamento della coppia alla nascita e del corso postparto. Massimo 5 coppie.
DALLE 17:15 ALLE 18:15 “SCOPRI COS’E’ IL PERINEO!”
La Dott.ssa Margherita Bergamini, ostetrica, dedica un incontro teorico e pratico alle donne di tutte le età, per conoscere il perineo e sperimentare l’attività per prevenire e/o curare disturbi legati ad esso. Massimo 6 iscritte.
DALLE 16:00 ALLE 18:00 “TUTTO SULL’OSTEOPATIA”
Il Prof. Romildo Romano, osteopata, offre consulenze e chiarimenti sui trattamenti osteopatici, le loro funzioni e campi di applicazione, spiegando i risultati che si riescono ad ottenere. Durata: 15 minuti a persona.
DALLE 18:00 ALLE 19:30 “DAL RILASSAMENTO AL TRAINING AUTOGENO”
Il Dott. Fabrizio Romagnoli, psicologo e psicoterapeuta, propone un gruppo con un minimo di 2 fino ad un massimo di 6 iscritti per eseguire una serie di esercizi di concentrazione che si focalizzano su diverse zone corporee, con lo scopo di ottenere un generale stato di rilassamento, sia a livello fisico che psichico.
DALLE 19:00 ALLE 20:00 “LA LOGOPEDISTA PER TE”
La Dott.ssa Alessia Nadalini, logopedista, tiene colloqui di 15 minuti a persona per consulenze e informazioni specifiche inerenti al linguaggio e all’apprendimento.

Anisakis da consumo di pesce poco cotto o crudo

Il pesce e i suoi derivati sono alimenti ormai consumati in grandi quantità nella quotidianità; ciò è dovuto all’aumento della popolazione, alla diffusione dei dati riguardanti i benefici in termini salutistici derivanti dal consumo di pesce, dalla facile digeribilità e scarso introito di calorie, dal momento che il pesce contiene pochi lipidi (a parte alcune specie) e si tratta in realtà di grassi buoni (acidi grassi insaturi Omega3, fosfolipidi come le lecitine, sali minerali come fosforo, iodio e vitamine A e D).

Oggigiorno, si stanno diffondendo nuovi cibi e nuovi metodi di preparazioni dei cibi, e tra questi vi è la preparazione alimentare a base di pesce poco cotto o crudo.
Le più famose pietanze a base di pesce crudo o poco cotto sono il sushi, il sashimi, la tartara, la marinatura e l’affumicatura.
I pesci più utilizzati per la preparazione di questi piatti, sono: tonno, salmone, pesce spada, merluzzo, pesce palla, polpo, gamberetti, alici, calamari, aringhe, storione, anguilla, sgombro e trota.
La principale zoonosi parassitaria derivante dal consumo di pesce crudo in Italia è l’Anisakis. Si tratta di una malattia causata dalle larve di nematodi (filamenti bianchi nella foto) del genere Anisakis7-anisakis-1024x768, che arrivano all’uomo, il quale funge da ospite accidentale e temporaneo, attraverso il consumo di pesce crudo o poco cotto. Gli ospiti definitivi sono i grandi mammiferi marini come i delfini, le balena, le foche, i trichechi e i leoni marini e alcuni uccelli che si cibano di pesce.
In tutti questi animali si trovano le forme adulte che producono le uova, che a loro volta vengono rilasciate nell’ambiente esterno, attraverso le loro feci. Nell’ambiente esterno, quindi in acqua marina, e in particolare attraverso ospiti intermedi come piccoli crostacei o molluschi e pesci, si sviluppano le larve secondo tre stadi di maturazione. Le larve dello stadio 3 arrivano ai mammiferi marini attraverso la catena alimentare e da qui, il ciclo biologico si ripete.
Sono proprio le larve dello stadio 3, essendo resistenti ai succhi gastrici umani, che si impiantano nella mucosa gastrica e intestinale umana dando origine a fenomeni diversi:

-dolori addominali, vomito, nausea e diarrea
-impedimento evacuazione, formazione di ascessi gastroenterici e occlusione intestinale
-sintomici aspecifici dovuti al fatto che larve perforano la parete gastrica e/o intestinale e migrano verso altri organi

Spesso si deve ricorrere alla rimozione delle larve, attraverso metodo chirurgico o endoscopico, oppure attraverso terapia farmacologica.
Il metodo per evitare l’Anisakis è quello di cuocere l’alimento ad alte temperature, ma se si desidera comunque consumare pesce crudo, sarebbe bene tenere a mente i seguenti punti:

-accertarsi che il pesce sia stato comprato già eviscerato
-che il pesce sia stato trattato tramite abbattitore
-controllare che non siano presenti le larve di Anasakis (sono visibili a occhio nudo)
-masticare a lungo e per bene il pesce, di modo da aumentare le possibilità di “eliminare” le larve più facilmente
-evitare il consumo di pesce crudo di specie più sensibili all’Anisakis, come, il tonno, lo sgombro, le alici, le sardine, ecc.
-nonostante ciò che ci insegnano le credenze popolari, il limone e l’aceto non sono in grado di eliminare le larve
-cercare di consumare il pesce crudo con le dovute precauzioni